AICD

Dinghy 12 Classico

Il XVIII Trofeo del Dinghy 12’ Classico conferma la gran forma dei Dinghy Classici

Il XVIII Trofeo del Dinghy 12’ Classico conferma la gran forma dei Dinghy Classici

Cari amici,

è già Dicembre e già molti di noi scalpitano in vista di una nuova stagione di regate all’insegna del “legno”, ma come ogni anno è tempo di consuntivi e, perché no, di ricordi della stagione appena conclusasi.

E’ stata una gran bella stagione con ben cinque eventi in programma, tutti di estremo interesse tecnico in posti davvero molto belli ed accoglienti.

Abbiamo iniziato questa nuova avventura alle Grazie (SP), per poi continuare a Venezia. Siamo andati a Forio d’Ischia, una nuova e magnifica location che non aveva mai ospitato i Dinghy 12’. Siamo poi tornati a Bellano che è invece una tappa “storica” per concludere infine come avviene da cinque anni a San Vincenzo.

Il vero mattatore della stagione è stato Alberto Patrone (C.V. Cogoleto) che sulla sua “Damina” si è imposto con grande determinazione in quattro eventi su cinque. A lui un plauso incondizionato per il grado di velocità e di visione tecnica raggiunto.

Regolare la prestazione di Fabio Mangione (C.N. Rimini) su “Al” che si é aggiudicato la piazza d’onore e la classifica riservata alle imbarcazioni veteran (1913-1975).

Terzo classificato una “new entry” tra i classici: Giovanni Boem (D.V. Veneziano) che ha ben condotto la sua “Papera Spaziale” sempre nelle prime posizioni.

Quarto classificato Andrea Cito Filomarino (C.V. Levanto) sulla sua azzurra “Splendore”, anche lui sempre molto veloce.

Quinto classificato e vincitore della classifica Master, uno dei veterani della classe e dei più competenti in materia tecnica, Vincenzo “Vinz” Penagini (YCI) sulla sua “Spirit of Falena”.

Vincitrice della classifica “rosa” e nona assoluta una bravissima Francesca Lodigiani (C.V. S. Margherita Ligure) sulla sua “Obi-Wan-Kenobi”.

Questi i dati salienti della classifica del Trofeo che potete trovare per intero nella Home Page del nostro sito www.dinghy12classico.it sotto la voce “Giornale di Bordo”.

Il XVIII Trofeo è stato caratterizzato a tratti dal maltempo di una stagione davvero pazzerella ma è stata una competizione molto combattuta con un livello tecnico in continuo crescendo. Numerosi i nuovi timonieri “di legno” e molto interesse attorno alla nostra barchetta che anche per il prossimo anno si tradurrà in un incremento quantitativo ed anche qualitativo dei partecipanti. Ma ciò che più importa e che vale la pena di sottolineare è che anche quest’anno, al di la della competizione, dei tuoni e dei premi, in tutte le nostre regate c’è stato autentico benessere, vuoi perché i circoli organizzatori si sono tutti prodigati per una eccellente riuscita degli eventi in terra ed in mare, vuoi perché i legnaioli ancora una volta hanno dimostrato sul campo  un eccezionale spirito di collaborazione, di amicizia e di sana competizione, fattori questi che hanno consentito, come la liquefazione del sangue di San Gennaro, ancora una volta la buona riuscita dell’evento con soddisfazione di tutti.

Colgo l’occasione per augurare Buone Feste a tutti e un arrivederci al Dinghy Day che si terrà a Firenze il 15 Febbraio prossimo, dove avverrà in pompa magna la premiazione del XVIII Trofeo del Dinghy 12’ Classico e la presentazione del XIX Trofeo.

Fabio Mangione

AICD Delegato Dinghy 12’ Classici


 

Go to top of page

Ultime foto gallery