AICD

Dinghy 12 Classico

Bella Bellano...

Bella Bellano...

Bellano 20-21 Luglio 2019: ecco le date che hanno visto  in scena la quarta tappa del XVIII Trofeo del Dinghy 12’ Classico per la regia del C.V. Bellano e dei suoi animatori, i dinghisti Renzo Santini e Marco Colombo.

Due belle giornate di “breva” (il vento da sud del lago di Como n.d.r.) arrivata   puntualissima alle ore 13:00 hanno assicurato il successo dell’evento che dal punto di vista sportivo è stato davvero molto interessante.

Se mai ce ne fosse stato bisogno, Alberto Patrone (C.V. Cogoleto) su “Damina”,  ha dimostrato che quest’anno 2019 è il suo anno di grazia.

Dopo avere inanellato successi su successi e da ultimo, proprio nella vicina Mandello del Lario,  aver colto una meritatissima piazza d’onore nella regata nazionale ivi disputatasi nel weekend precedente, Alberto ha centrato il successo anche in questa tappa del Trofeo riservato agli scafi classici con ben 4 primi posti.

Si è classificato al secondo posto Fabio Mangione (C.N. Rimini) sulla sua  “Al”, uno scafo del 1965 che si è aggiudicato la speciale classifica Veteran.

In terza posizione il sempre veloce Toni Anghileri (Canottieri Lecco) su “Absolutely Free”

Quarto classificato Giovanni Boem (Diporto Velico Veneziano) su “Papera Spaziale”, solo da quest’anno in regata tra i classici e già sempre nelle primissime posizioni.

In quinta posizione ed a pari punti con Giovanni, Andrea Cito Filomarino (V.C. Levanto) sulla sua azzurra e splendente “Splendore”, un altro dei timonieri sempre ai vertici delle classifiche di quest’anno.

Belle regate in acqua e momenti di bella convivialità in terra.

Il C.V. Bellano si è dimostrato come di consueto un ottimo anfitrione con una magnifica accoglienza nella locale base nautica e con una ottima ed elegante cena offerta presso l’Hotel Royal di Varenna dal quale si gode di uno dei più bei panorami del lago di Como.

Durante la cena una graditissima sorpresa. Il nostro amico e “Dinghista dell’anno” Roberto Ballarin ha fatto una riffa di gadgets da lui stesso confezionati (Roberto è un notissimo velaio). Borsette, buste, sacche e borsoni da viaggio di ogni forma, dimensione e colore, sono stati regalati a molti dei presenti.

Grazie Roberto, sei come sempre unico!

Ma ritorniamo all’ineffabile Alberto Patrone protagonista sportivo dell’evento di Bellano.

Molti si chiedono la ragione di tanta prestanza ed efficienza del timoniere di Cogoleto che certamente ha messo a punto la sua “Damina” in maniera impeccabile.

A tal proposito proprio nello scorso weekend, pare che il mistero sulle ragioni di tale prestazione di timoniere e barca abbia trovato risposta.

Fonti bene informate riferiscono che il nostro Alberto faccia uso di sostanze dopanti.

Da indagini più approfondite è risultato che lo stesso faccia uso di amaro “Braulio” e che lo assuma regolarmente prima delle regate. Ma non basta. La sostanza dopante verrebbe anche in abbondanza strofinata su tutta la carena di “Damina” consentendo così velocità da record.

Inutile dire che le scorte di amaro Braulio in Italia stiano andando a ruba….

Ecco l’elenco dei premiati

Classifica Assoluta

  1. Alberto Patrone (C.V. Cogoleto) “Damina”
  2. Fabio Mangione (C.N. Rimini) “Al”
  3. Toni Anghileri (Canottieri Lecco) “Absolutely Free”
  4. Giovanni Boem (Diporto Velico Veneziano) “Papera Spaziale”
  5. Andrea Cito Filomarino (V. C. Levanto) “Splendore”

 

Classifica imbarcazioni Veteran (1913-1975)

  1. Fabio Mangione (C.N. Rimini) “Al”
  2. Emanuele Ottonello (C.N. Ugo Costaguta) “Giulia”
  3. Renzo Santini (C.V. Bellano) “ Emilio II”

 

Classifica imbarcazioni Vintage (1976- 1999)

  1. Marco Colombo (C.V. Bellano) “ O Terror Do Mundo”

 

Classifica Master

  1. Vincenzo Penagini (YCI) “Spirit of Falena”
  2. Paolo Alfonso Sada (YCI) “Moby Dick’s Baby”
  3. Attilio Carmagnani (YCI) “ Karma Sutra”

Classifica femminile

  1. Francesca Lodigiani (C.V. Santa Margherita Ligure) Obi-Wan-Kenobi

 

Si chiude così la stagione pre-vacanziera del Dinghy 12’ Classico.

Appuntamento il 22-23 Settembre a San Vincenzo per l’ultima ormai consueta tappa del XVIII Trofeo del Dinghy 12’ Classico dove oltre alla splendida accoglienza del C.N. San Vincenzo, dello Y.C. San Vincenzo e del locale Marina, ci attende il “cinghiale di Uberto”,  cacciato appositamente da nostro amico Uberto Capannoli magnificamente coadiuvato da Marcello Corsi e dalle rispettive signore.


 

Go to top of page

Ultime foto gallery